Verso la conclusione, con in tasca molte nuove esperienze

In questa fase del programma scambio  EYE – Erasmus for young entrepreneur mi sto dirigendo verso la fine del mio periodo qui alle Isole Canarie, che mi ha vista fare diversi passi avanti nella mia crescita personale e nella formazione professionale.

L’impatto con questa nuova realtà quotidiana non è stato particolarmente brusco, anzi…è facile abituarsi alla bellezza di questa isola! Iniziare questa avventura è stato sicuramente stimolante e particolarmente emozionante, sia per la novità in sé ma anche, e soprattutto, per il prospetto di evoluzione che questa esperienza porta con sé. Alla fine del percorso non si è mai come quando lo si inizia.

La mia esperienza si è svolta nella città di Las Palmas, nell’isola di Gran Canaria. In piena pandemia ho preso un aereo (o meglio 2) che mi hanno portato a trasferirmi su una piccola isola nell’Oceano Atlantico.

Suona incredibile solo a scriverlo! Questa città ha una natura splendida che la circonda, e una comunità molto in fermento. Le onde regnano sovrane ed è assurdo pensare di avere ogni giorno questa meraviglia a portata di mano. Qui la mia mente, grazie a questo scambio, è stata in grado di produrre molte idee, esplorare nuovi orizzonti per la mia attività e far galoppare la creatività. Il mio scambio è stato nel settore del digital marketing e mi ha dato modo di sviluppare un modo diverso di pensare, di ragionare e di proiettarsi nel futuro. Ho voluto affrontarlo cercando di fare un passettino avanti ogni giorno, e così è stato…qui ogni giorno ti da modo di aggiungere un tassello, di modulare un pensiero o un piano di azione. Ogni giorno è importante e apporta valore al cammino che si sta facendo.

Vivere in un posto con il sole quasi tutto l’anno è estremamente stimolante, ti mantiene attivo e propositivo e le mie giornate, seppur lavorando davanti ad un pc, sono ispirate e piene. Quello che mi porterò dietro al mio rientro sarà sicuramente questo: cercare di dare importanza ad ogni singola giornata, ad ogni singola nuova prova e ad ogni ostacolo perché costituiranno il bagaglio maggiore che questa esperienza possa lasciarci. Avrò tanto a cui attingere e che potrò portare sempre con me per il futuro.

Se tornassi indietro direi alla me che voleva iniziare questa esperienza di non perdere tempo e lanciarsi, che sarà una montagna russa incredibile, specialmente in periodi come questo in cui il mondo è in stand-by.