Mancano ormai pochi giorni alla conclusione del mio progetto EYE a Valencia e posso affermare con certezza che è stata un’ottima esperienza sia a livello professionale che personale.

Oltre al bagaglio tecnico che mi porto dietro sono soddisfatto di come nell’ultimo periodo l’azienda mi abbia formato sempre più su temi riguardanti la parte amministrativa, la gestione dei clienti, dei progetti e del personale.

A livello personale è stata un’esperienza che mi ha arricchito molto sotto numerosi punti di vista. Senza alcun dubbio il miglioramento della lingua, soprattutto in ambito lavorativo, è un ottimo punto di forza su cui posso puntare e che mi sarà sicuramente utile in futuro. Segue la costruzione di una rete di contatti in ambito lavorativo ed extra-lavorativo che, a mio parere, è da considerarsi come un plus per un possibile futuro business.
Ritengo che la mia presenza in azienda abbia portato nuove idee sotto il punto di vista tecnico/architetturale, in particolare fornendo nozioni su temi all’avanguardia, affrontati in ambito accademico, che spesso in azienda non vengono tenuti in considerazione per mancanza di tempo e/o risorse.

Mi sento più “pieno” di quando sono partito e senza alcun dubbio consiglierei a chiunque di fare questa esperienza. Un consiglio che mi sento di dare alle persone che stanno pensando di partecipare al programma è quello di valutare
al meglio la scelta dell’azienda prima della partenza, sopratutto in ambito IT.

Ci sono molte aziende che cercano personale giovane per abbassare i costi senza poi fornire le nozioni previste dal progetto EYE in toto.