L’estate è stata davvero piacevole. Nonostante le restrizioni dovute alla pandemia è stato comunque possibile, prendendo le precauzioni necessarie, esplorare un po’ la città, visitare qualche museo e soprattutto godersi gli ampi spazi verdi di Bruxelles.
Sicuramente il covid ha un po’ pesato sulle attività, causato dei rallentamenti e modificato la quotidianità delle persone, ma mi sento davvero grata per questa esperienza che mi sta permettendo di sfruttare al massimo questo periodo, trasformando questa crisi in un momento di crescita. Penso di essere stata immensamente fortunata rispetto a tutti quelli che da marzo hanno dovuto interrompere, chi più chi meno, le proprie attività e le proprie vite.

Il lavoro allo studio sta andando bene, ho ottenuto l’estensione per altri due mesi per poter continuare a collaborare ai progetti dell’ufficio che seguo fin dal mio arrivo mentre, al tempo stesso, curo i miei progetti personali con il supporto di Laura e dei colleghi che sono sempre pronti a sostenermi. Tra le attività di Moverim in cui sono coinvolta, la più interessante da un punto di vista personale è la collaborazione ad un progetto Erasmus incentrato sullo sviluppo di caratteristiche “intrapreneuriali” nei giovani impiegati. Oltre a trattarsi di un argomento che mi sta molto a cuore (l’educazione), mi sta offrendo molti spunti interessanti in quanto aspirante imprenditrice / “intraprenditrice” :).

Sul fronte personale al momento sto sviluppando due diversi progetti con due associazioni con cui sono in contatto e che consegneremo all’inizio del prossimo anno (entrambe italiane, una sita a Napoli e l’altra a Catania).

Il periodo restante (la mia esperienza si concluderà il 14 dicembre) sarà dedicato al completamento di questi progetti e ad una migliore definizione della mia attività futura. Alla luce di quest’esperienza infatti sto rivalutando alcune delle mie considerazioni iniziali. Soprattutto sto riconsiderando la formula aziendale unipersonale e investendo tempo nella mia istruzione da autodidatta o attraverso webinar e MOOC per approfondire gli argomenti in cui mi rendo conto di essere più carente o che mi stanno particolarmente appassionando (ad esempio marketing e project management), oltre ad osservare le modalità di azione dello studio in questi stessi campi.

Nel complesso sono molto contenta di quest’avventura 🙂