Un approccio informale, ma professionale al mondo dell’imprenditoria nel settore fotografico nella terra dei mulini a vento.

Mi chiamo Vito, classe ’82, e da sempre coltivo un interesse per le arti grafiche (fotografia e pittura) e non (musica e cinema in primis). Il mio background educativo affonda le radici in settori diversi: studi classici, una laurea in giurisprudenza ed esperienze lavorative contraddistinte da un marcato orientamento al customer service (Salesman, Restaurant manager etc).  Tuttavia, l’indole creativa mi ha sempre accompagnato nel tempo, portandomi ad approfondire lo studio di uno strumento musicale (chitarra classica), nonché a sviluppare una passione per l’arte fotografica. Passione che è letteralmente esplosa durante la mia permanenza in Australia.

Spronato probabilmente anche dalla bellezza e varietà dei luoghi visitati, nonché dalla ricchezza interiore delle persone incontrate, ognuna con una storia da raccontare, ho deciso di approfondire l’uso del mezzo fotografico per immortalare momenti, emozioni. È stato solo l’inizio di un viaggio che continua tuttora.

Non ero a conoscenza dell’esistenza dell’Erasmus For Young Entrepreneurs Programme, prima che un caro amico me ne parlasse in maniera anche diffusa, suscitando da subito il mio interesse. La possibilità di imparare da un professionista del settore, in grado di trasmettere I fondamenti di ciò che vuol dire essere un imprenditore in ambito fotografico ha catturato la mia attenzione. Il valore aggiunto? L’esperienza si svolge all’estero, con tutte le sfide e le soddisfazioni che ciò comporta.

Il mio Erasmus ha avuto inizio il 24/06 di quest’anno, destinazione Olanda, e sin dall’inizio, dal momento in cui ho incontrato Miquel (il mio HE), ho avuto un’ottima impressione, una persona affabile, preparata e professionale. Il suo è un approccio giovane seppur forte di un’esperienza più che ventennale nel settore, ed in grado di trasmettere conoscenze e competenze in maniera spontanea ed organica allo stesso tempo. Ciò ha fatto sì che, nonostante un clima inclemente, che mi ha ricordato il titolo “Cime Tempestose”, tutto è andato per il meglio.

Si tratta di conoscenze e competenze non solo prettamente tecniche, ma anche business oriented, di cui desidero far tesoro. Esse costituiranno la base del mio progetto imprenditoriale e fungeranno da ponte tra “ideazione” e “realizzazione” di ogni mio progetto fotografico futuro, con la consapevolezza che esso debba essere non solo qualitativamente idoneo, ma anche “spendibile” sul mercato.

Il programma si protrarrà fino al 20/11, con un breve periodo di pausa, per un totale di 4 mesi. Un tempo in cui confido di maturare gran parte del know-how indispensabile ad affrontare le sfide che l’avvio di un’attività imprenditoriale in questo settore comporta.