Se pensiamo al periodo che stiamo affrontando da circa un anno, tutti sentiamo un profondo senso di staticità e blocco, ma il programma EYE – Erasmus for young entrepreneur ha fatto accendere in me quella scintilla legata alle nuove opportunità che in un periodo come questo sembrano quasi impossibili.
Anche nei periodi in cui siamo obbligati a mettere il freno, in realtà possiamo guardarci attorno e continuare comunque a fare passi avanti.
Sono sempre stata una viaggiatrice, ma soprattutto una persona creativa e curiosa.

Da tempo desideravo fare un’esperienza all’estero ed ora eccomi qui a vivere in un’isola dell’Oceano Atlantico in cui non ero mai stata prima. Il clima di restrizioni si fa sentire meno qui sull’isola rispetto all’Italia e le persone appaiono più spensierate e serene.

Sono arrivata da poco ma sto assaporando ogni nuovo aspetto di questa città. Vengo da Roma e qui i ritmi sono sicuramente meno caotici e frenetici e la vicinanza all’Oceano è un punto a favore.

Il mio percorso professionale e personale si è sempre concentrato intorno ad ambiti stimolanti, come la fotografia, il design, il mondo digitale. Sono una fotografa e ho la forte necessità di avere sempre nuovi stimoli e di mettermi alla prova per crescere e migliorare. La staticità e la routine non sono due caratteristiche stimolanti per il mio lavoro e per il mio modo di essere e tuffarmi in nuove esperienze mi arricchisce come nient’altro al mondo.

Sono a Las Palmas da una dozzina di giorni e mi sto ambientando piuttosto in fretta. Qui sto approfondendo il marketing digitale. Cercavo la possibilità di accrescere le mie competenze e colmare le mie lacune per poter dare una spinta maggiore ai miei futuri progetti fotografici. Attraverso EYE sto iniziando a comprendere quanto il settore del marketing digitale possa essere una preziosa risorsa e al momento spero di proseguire per tutta la durata del mio scambio con l’entusiasmo che ho ora.

La prima settimana è passata piuttosto in fretta, tra qualche riunione e l’impostazione generale del lavoro, ora sto affrontando la seconda e mi sto mettendo alla prova ogni giorno sia a livello umano che professionale.