Bruxelles: il cuore pulsante dell’Europa

Mi chiamo Roberto Caldarulo, ho 32 anni, e starò a Bruxelles per 4 mesi, dal 15 giugno al 15 ottobre 2020.

Nato e cresciuto in Sardegna, dopo aver completato gli studi in Scienze Politiche ho deciso di specializzarmi nell’ambito dell’europrogettazione, affascinato dalla possibilità di contribuire in maniera concreta a migliorare la società. Ho quindi optato per un master in questo settore e successivamente ho messo in pratica quanto appreso nella mia città di origine, Sassari.

Tuttavia ero consapevole della necessità di dover vivere un’esperienza all’estero, rapportandomi con realtà diverse e maggiormente stimolanti, al fine di crescere professionalmente.

Sono venuto a conoscenza del programma Erasmus per giovani imprenditori grazie ai siti istituzionali ed ho subito pensato a Bruxelles quale destinazione della mia esperienza all’estero, in quanto la mia professione è strettamente legata a tutto ciò che ruota intorno alla capitale d’Europa.

Sono arrivato a Bruxelles dopo le tragiche conseguenze della diffusione del Covid – 19. Ciononostante, al mio arrivo ho trovato una città in pieno fervore, desiderosa di riprendere i ritmi imposti da ciò che la città simboleggia per l’Europa e i suoi cittadini.

Il mio inserimento lavorativo è stato particolarmente agevole nonostante inizialmente abbia dovuto lavorare in smart-working. Paolo, il mio Imprenditore Host, si è da subito mostrato estremamente disponibile, mettendo a disposizione la sua decennale esperienza nell’ambito della scrittura e gestione di progetti europei e guidandomi in queste due prime settimane di lavoro.

Bruxelles rappresenta sicuramente una tappa fondamentale per tutti coloro che, come me, desiderano intraprendere questo percorso professionale.

Un ambiente multiculturale, la possibilità di creare una solida rete di rapporti professionali e di confrontarmi con professionisti del settore mi permetteranno certamente di maturare dal punto di vista professionale e umano.