Nel Cuore della Produzione Cinematografica: Il Mio Viaggio con EYE

Ciao a tutti! Sono Francesca, e voglio raccontarvi la mia avventura. Il mio periodo di scambio è di 3 mesi, partito l’18 settembre 2023 e che si concluderà il 18 dicembre 2023.

La mia storia inizia con una passione: quella di diventare sceneggiatrice. Tuttavia, lavorando nel mondo della produzione, ho scoperto una passione che mi ha davvero soddisfatta. Dopo la laurea in filosofia e una scuola di cinema, sono riuscita a entrare in una piccola casa di produzione in Italia. Qui ho iniziato a innamorarmi dei documentari d’autore e indipendenti, nonché della libertà creativa che può emergere supportandone la creazione. Nella casa di produzione italiana, ho ricoperto numerosi ruoli diversi, fino a diventare responsabile della produzione vera e propria.

Il mio sogno? Aprirne una tutta mia, magari con alcuni coetanei appassionati. Ma c’era un problema: mi sentivo limitata dalla mia conoscenza del solo mercato italiano e di come funzionasse l’industria in Italia. Così ho iniziato a cercare opportunità di scambio, e ho scoperto EYE. Chiedendo a vari amici, ho avuto conferma da due di loro che avevano partecipato e avevano avuto esperienze straordinarie.

Anche solo il processo di candidatura al programma mi ha aiutato a delineare meglio il tipo di azienda che avrei voluto creare e a esplorare meglio il concetto di “impact production,” una realtà che mi ha sempre affascinato, ma che non avevo mai approfondito.

Oggi sono in Belgio da 15 giorni, a Bruxelles, ed è tutto davvero emozionante. L’azienda in cui sto svolgendo l’esperienza è un po’ più grande di quella italiana, offrendomi la possibilità di confrontarmi con una realtà simile, ma con un’organizzazione molto più complessa. Lavorare in una lingua diversa è una sfida, e a volte mi sento un po’ “Lost in Translation,” anche perché qui parlano inglese ma anche francese e fiammingo. Nonostante questo Hanne e tutto il team di produzione mi stanno offrendo la possibilità di vedere come le cose funzionano da ogni angolazione e confrontarmi con una realtà diversa, più internazionale ed europea. Mi fanno sentire davvero parte del team e mi affidano responsabilità nonostante lavori con loro solo da 15 giorni. Questo è stimolante, anche se mette un po’ di pressione. Ma, in fin dei conti, è esattamente ciò che cercavo. L’altra sera abbiamo organizzato un’azione sul red carpet del Film Festival di Ghent per fermare la violenza sulle donne. Non mi era mai capitato di partecipare alla promozione e distribuzione di una serie documentario in un modo così crossmediale.

Dopo questi primi 15 giorni, sono davvero soddisfatta, e spero davvero di poter estendere l’esperienza oltre i 3 mesi previsti. Questo mi permetterebbe di migliorare la lingua e di diventare più fluente e sicura nelle mie interazioni, sia con il lavoro che con le persone che incontro. Il mio sogno futuro è che l’azienda che ho in mente abbia un profilo e dei contatti internazionali, e credo che questa esperienza mi stia dando una solida base in questa direzione.

Grazie per aver letto la mia storia e vi terrò aggiornati sul mio viaggio in Belgio.

×

 

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Come possiamo aiutarti?