In questo periodo, insieme all’Art Director del 5Lamps, abbiamo presenziato amolti meeting. Uno di questi era rivolto alle charities organizations e ai soggetti socio-culturali impegnati nel volontariato. Un incontro molto tecnico e specifico dedicato agli operatori del settore già navigati e con una struttura organizzativa complessa. Ha trattato principalmente temi quali la remunerazione dei dipendenti di organizzazioni strutturate.

In data 2 maggio ho partecipato ad un incontro tenutosi nella Charleville Mall Library che ha coinvolto l’artista Martina Galvin – che ha contribuito all’edizione 2017 del 5 Lamps 2017 con il progetto Kingfisher – alcune classi delle scuole elementari locali della zona di Sheriff che hanno partecipato al progetto Kingfisher, le maestre,  la responsabile della Charleville Mall Library,  l’ Art Director del 5 Lamps Arts Festival e un responsabile del Lab che opera nella zona di Monto. Si è fatto il resoconto del progetto Kingfisher; si è discusso dell’importanza e dello sviluppo di questo tipo di progetti per la valorizzazioine dell’area di North Strand e dell’ottimo risultato conseguito grazie al coinvolgimento di diverse organizzazioni culturali, istituzioni e famiglie che vivono e operano in quest’area socialmente molto delicata. Si è evidenziata inoltre l’importanza della Charleville Mall Library come punto strategico per l’ospitalità di questo tipo di eventi.

Nel tardo pomeriggio dello stesso giorno ho partecipato ad un altro meeting, presso la sede del Lab: “Dublin City Music Education Partership”,  organizzato dal Dublin City Council  in partnership con il  Dublin Institute of Technology, il National Concert Hall e la Royal Irish Academy of Music. Erano presenti diversi operatori impegnati nel campo dell’educazione musicale, attività musicali, artisti L’incontro mirava a stimolare la creazione di partnershp tra i diversi attori di una zona specifica di Dublino, al fine di sostenere finanziariamente eventuali progetti che si potrebbero sviluppare, in considerazione degli obiettivi dei programmi in esso contenuti. I partecipanti hanno espresso i loro pareri in merito e manifestazioni di interesse.

Il 4 maggio 2017 ho seguito il seminario dedicato al fundraising “Finding and Keeping Major Donors. Si è discusso dell’attuale stato economico-sociale dell’Irlanda, dei maggiori magnati che sostengono le organizzazioni impegnate nel campo della cultura, del non profit e del volontariato; della difficoltà di reperire gli indirizzi e i contatti dei donors per la legge sulla privacy e delle modalità di approccio e ringraziamento per il loro sostegno alle attività culturali.

Per il 9 maggio avevo prenotato la partecipazione, dalle 6.00 alle 9.00pm, al meeting “Introduction to Marketing for Arts and Community Organisations and Groups”, tenutosi presso il Dublin City Council; ma un forte mal di testa ha impedito la mia presenza all’appuntamento.

In questo periodo Roisin Lonergan mi ha chiesto di leggere il bando “Docklands Arts Fund Challenge Application”, promosso dal Dublin City Council Arts Office e Docklands Division, e rivolto agli artisti e alle no profit/charitable/voluntary arts organisations, allo scopo di migliorare la pratica e lo sviluppo di attività culturali nell’area di Dublin denominata Docklands. Chi è eleggibile, deadline, progetti finanziabili, presentazione di documenti e altre regole per l‘applicazione al bando.

Intanto continuo con la registrazione di tutte le fatture in arrivo, chiedendo agli intestatari gli estremi bancari utili per la liquidazione dellle somme a loro spettanti, che avviene periodiamente in presenza del contabile del Festival, dell’Art Director e de sottoscritto.

In questo periodo sto iniziando a contattarre qualche teatro di Dublino vicino all’area dove si svvolge il 5 Lamps Arts Festival, per chiedere il costo delle venues da loro gestire e valutare la convenienza di organizzazre eventi in queste strutture per la prossima edizione Festival.