L’ultimo periodo della mia esperienza Erasmus in Germania è stato molto produttivo da diversi punti di vista: ho visitato diverse zone della Sassonia e della Repubblica Ceca, Castelli ricchi di storia, Musei e diverse cittadine accoglienti e ben organizzate.

Ho collaborato come videomaker a diversi progetti foto / video grafici con l Host, come shooting fotografici per stilisti, eventi musicali e Festival: tra questi, i più importanti sono stati il Krimi Literature Tage, ovvero un programma di lettura di romanzi criminali durato diversi mesi, in cui ho realizzato molti video riassuntivi di ogni evento, e poi quello che più mi ha coinvolto emotivamente è stato il Phoneix Fire Convention, la più grande manifestazione di artisti del fuoco in Europa, un evento indimenticabile, dove ho avuto modo di conoscere tantissimi artisti provenienti da ogni parte del mondo, che mi hanno incantato con i loro show, professionisti del settore video, con cui ho avuto il piacere di collaborare e condividere anche informazioni tecniche e con immenso piacere ho scoperto di essere portato per la giocoleria (juggling), quindi ho comprato le mie prime devil sticks con le quali mi alleno quotidianamente.

Durante l’estate ho realizzato diversi timelapse nella regione della Sassonia e ad inizio settembre è arrivato il momento più importante della mia esperienza: l’Host mi ha permesso di fare un’esposizione fotografica nel Castello di Netzschkau; da quando ho iniziato a lavorare con il timelapse ho pensato di esporre tutti gli scatti di una sequenza video fatta di tanti scatti, e finalmente ho avuto lo spazio e il tempo di realizzare tutto questo: ho esposto ben 1240 scatti in una grande stanza del Castello, mostrando tutto il lavoro che c’ è dietro alla realizzazione di un timelapse.

L’Host ha messo a mia disposizione anche uno schermo, dove ho potuto proiettare alcuni miei lavori  video realizzati con il timelapse, mostrando alcuni luoghi di una certa importanza per me, come Muro Lucano, il mio paese di origine, Matera, capitale europea della cultura 2019, alcuni luoghi che mi hanno molto affascinato tanto in Sassonia e l’Islanda, che per me è come una seconda casa.

In tutti questi posti ho realizzato molte sequenze con questa particolare tecnica video / fotografica in passato ed il risultato mi ha molto soddisfatto; in più ho avuto modo di esporre 34 scatti fotografici del bellissimo Festival ArtemisiaFireGathering, dove è iniziata la mia passione per questo tipo di arte di strada con il fuoco.

L’ esposizione è iniziata ufficialmente l 8 settembre, e sarà aperta al pubblico ogni fine settimana per 2 mesi.

Essendo un piccolo centro l’affluenza non è sempre tantissima, ma con un po’ di pubblicità on line e sui giornali abbiamo cercato di attirare un po’ l’attenzione: sono stati pubblicati 2 articoli che parlano della mia esposizione fotografica, uno su un giornale locale della Basilicata, e un altro su un giornale locale della Sassonia.

Per me è stata davvero un’ emozione forte, e ringrazio davvero tanto l Host e la Sua Famiglia per avermi permesso di realizzare tutto ciò.

Questo infatti è stato uno dei punti più importanti dell’ esperienza, poiché era tra i miei obiettivi realizzare un’ esposizione di questo tipo all’estero; il prossimo importante step sarebbe portare questa mostra in altri posti, magari in città più grandi.

 

Un altro fattore che ha reso la mia esperienza interessante e a volte anche un po’ difficile è stato provare ad imparare una nuova lingua: “deutche sprachen, schwiere sprachen” dicono i tedeschi, che vuol dire letteralmente “lingua tedesca, lingua difficile” , e in effetti è proprio quello che ho constatato personalmente, anche se con l’aiuto di amici che ho conosciuto sul posto, sono riuscito ad imparare qualcosa, ma ci vuole più tempo per acquisire una certa dimestichezza con la lingua parlata.

 

Per il mio futuro da imprenditore quest’esperienza sarà importante da un punto di vista tecnico sicuramente, per una migliore organizzazione di eventi ed eventuali mostre e soprattutto per l approccio con i clienti esteri.

Ovviamente questo scambio lavorativo ha anche influenzato molto la mia idea di impresa, facendomi scoprire nuovi interessi, come ad esempio la fotografia giornalistica e la street art.

Questo vuol dire che per me è stata molto funzionale come esperienza e davvero la consiglio a chi vuole aprire la mente verso nuovi orizzonti o è in cerca di ispirazione di qualsiasi tipo.