Viaggio, conoscenza, prospettiva

Ho scelto queste tre parole per riassumere la mia esperienza Erasmus qui ad Amsterdam nello studio di architettura e design GG-loop.

“Viaggio”, banalmente, ma forse neanche troppo. Viaggiare significa sempre crescere, riempirsi gli occhi di qualcosa di nuovo e inaspettato, ed è, credo, qualcosa che chi vuole migliorarsi e crescere dovrebbe sperimentare il più possibile. Ho provato in questi mesi ad esplorare il più possibile, a sviscerare ogni aspetto della magnifica città che mi ha ospitato, e devo dire che ho imparato veramente tanto. Fin dal mio primo giorno ad Amsterdam, camminando lungo i canali verso lo studio che mi avrebbe ospitato nei prossimi mesi, è stato incredibile perdersi per la città e iniziare a studiare luoghi, persone e abitudini tanto diverse da quelle che ero abituato a conoscere. Come al solito forse è il viaggio a fare il viaggiatore!

La mia seconda parola è “conoscenza”. Ed è anche il motivo per cui sono partito. Accrescere le mie competenze professionali, ma anche approfondire la consapevolezza di me stesso, mettendomi in situazioni inedite e affrontando nuove sfide. Le nuove conoscenze e competenze acquisite daranno sicuramente una marcia in più ai miei progetti professionali futuri.

In questo senso vedo le mie aspettative riguardo al programma EYE pienamente soddisfatte. Ho creato un ottimo rapporto col mio imprenditore host, e credo di aver dato un contributo importante durante la nostra collaborazione, fornendo il mio skillset ma soprattutto la mia voglia di crescere e, appunto, conoscere.

La terza parola che ho scelto per descrivere questi mesi è “prospettiva”. Catapultarti in una realtà così diversa da quella dalla quale proviene mette tutto in discussione. Ti fa capire, o almeno accende in te questo dubbio, che le certezze che avevi non sono poi così fisse; ti apre nuove possibilità, nuovi punti di vista, ridimensiona te, il tuo percorso, la tua figura professionale, insomma ti fornisce un nuovo punto di vista su tutto quello che ti circonda, sulla strada che hai già percorso e su quella che ancora ti aspetta (e che ora puoi vedere!).

Penso di non poter raccomandare abbastanza un’esperienza come quella dell’ EYE. Tutti i giovani imprenditori che hanno veramente voglia di confrontarsi con nuove realtà, di capire cosa succede davvero nel mondo e soprattutto che puntano sempre al migliorarsi dovrebbero prendere in considerazione questo programma.

Guardando in retrospettiva, non posso che sorridere pensando a tutto quello che mi è capitato in questi mesi, sia in ambito lavorativo che nel vivere in un paese straniero affrontando ogni giorno le mie piccole (dis)avventure quotidiane, che hanno reso il percorso un pò più in salita, ma anche decisamente più formativo ed interessante.

Ritorno in Italia portando con me questo grande bagaglio di esperienze, portando tutte le conoscenze e le prospettive che ho scoperto durante questo viaggio, e che sono sicuro saranno fondamentali per l’arricchimento del mio progetto imprenditoriale.