TE ECHARÉ DE MENOS

A malincuore sono arrivata alla fine di questa bellissima e formativa esperienza,  che non dimenticherò mai e che porterò sempre nel mio bagaglio personale.

Siviglia è e rimarrà la mia città preferita in assoluto, una città con cui ho creato un legame indissolubile.

C’è chi sostiene che sia meglio che visitarla da turista, che lavorare a Siviglia, ma per me è stato un piacere anche lavorare qui e soprattutto poterlo fare in uno studio così prestigioso.

Quindi, ammetto che è molto difficile dire addio a Siviglia e non poter più percorrere, ogni giorno, le sue stradine per raggiugere lo studio la mattina.

Mi è stata anche data la possibilità di poter prolungare di due mesi lo scambio e questo mi ha permesso trarre tutti i vantaggi da questo scambio.

Negli ultimi mesi, infatti, ho seguito gli avanzamenti del progetto del centro culturale come mi ero prefissata, continuando ad elaborare dettagli costruttivi e a visitare l’opera.

Di certo posso dire che seguire questo progetto mi ha aiutato ad approfondire i temi costruttivi che non avevo ancora modo di approfondire durante la mia esperienza lavorativa precedente.

Inoltre, sono riuscita a collaborare a due concorsi internazionali di architettura insieme agli altri membri dello studio, in particolare di una biblioteca e l’altro di un complesso scolastico.

Questo era un altro obiettivo che mi ero prefissata nel mio business plan e che non avevo ancora avuto modo di affrontare.

Il primo concorso prevedeva la progettazione di una biblioteca e di una caffetteria all’interno del contesto di un campus universitario e il secondo di un complesso scolastico intercomunale con una parte di progetto più a scala urbana e una architettonica di dettaglio dei singoli edifici facenti parte del complesso.

Ho potuto quindi analizzare come veniva gestito il gruppo di lavoro e venivano divisi i compiti.

Il coordinamento del gruppo è risultato un punto fondamentale, così come la cura e l’attenzione di ogni dettaglio della progettazione, senza lasciare nulla al caso, anche se si tratta di un concorso. Nonostante

questo ultimo aspetto, il team è riuscito a portare a termine il lavoro. Questo è stato possibile grazie all’organizzazione del team e alla collaborazione tra tutti.

Sempre nello stesso campo dei concorsi, ho collaborato anche alla redazione di alcuni documenti amministrativi.

Mi rimarranno per sempre gli insegnamenti che mi sono stati impartiti in questi mesi, sempre con molta pazienza, la professionalità, la maestria, la passione del mio Host e anche l’affetto che provo nei confronti di tutti i membri dello studio. Il bilancio, quindi, posso dire che è stato totalmente positivo e l’esperienza sia stata costruttiva in tutti i sensi.

Quello che mi rincuora è che sono sicura che questo non sia un addio definitivo, ma semplicemente un arrivederci.

×

 

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Come possiamo aiutarti?