Creare rapporti, seguire un business e destreggiarsi tra covid e Brexit

Creare rapporti, seguire un business e destreggiarsi tra covid e Brexit. Questi sono i concetti chiave dell’esperienza finora vissuta.

Sono partita con paura, eccitazione e curiosità. Fin da subito mi sono state date molte responsabilità e ne sono stata onorata e con gli host si è creato un bellissimo rapporto di fiducia e rispetto. All’inizio per via del Covid non avevo praticamente colleghi. Ora per fortuna ho creato un bel rapporto anche con loro anche al di fuori del lavoro.

Come seguire un business è stata la domanda che ho tenuto fissa in mente per tutto questo periodo. Ho fatto tante domande, mi sono intromessa in ogni argomento e ho scoperto tante cose. Purtroppo il periodo non è stato dei migliori per fare “esperienza” ma di sicuro ho imparato tanto.

È stato molto interessante vedere come un’attività ricorra a tattiche d’emergenza tra covid e brexit, riuscendosi a destreggiare e a non arrendersi alle circostanze esterne. Ho capito che solo un business ben seguito e “ordinato” può permettersi un salvagente in queste situazioni. Assumere una squadra informatica per relazioni, meeting e lavoro a distanza è stato fondamentale. Per la prima volta in questi mesi sto lavorando da casa. I miei host mi chiamano tutti i giorni, si interessano e continuano a seguirmi e a permettermi di imparare includendomi in meeting e decisioni.

Mi sento parte di una realtà e sento di aver costruito e aver guadagnato molto per me stessa oltre ad aver dato un mio piccolo contributo quando possibile. Fondamentale è stato l’approccio di apertura reciproco verso diverse culture. Non solo dal punto di vista lavorativo. Dalla mozzarella che ho portato in ufficio a come facciamo il calcolo della trasmittanza, tutto è esperienza e crescita.

Questo ricopre le mie aspettative, in parte deluse per cause di forza maggiore e in parte ampliate per quel che riguarda i rapporti d’ufficio.

Mi sento molto motivata dall’esperienza vissuta e determinata a sviluppare i concetti e l’organizzazione acquisita “importando” tecniche e molto altro. Il mio progetto era molto focalizzato sul contenuto prima di partire; ora, anche se sembra scontato, ho compreso che l’organizzazione alla base e durante la realizzazione di una qualsiasi idea è più che fondamentale per la buona riuscita di quest’ultima. Anche solo l’organizzazione in cartelle di un progetto cambia totalmente l’approccio, la spinta motivazionale e la condivisione del sapere con altri collaboratori. Ti permette di parlare “la stessa lingua” ma con approcci diversi.

Consiglierei sicuramente a tutti di fare un’esperienza del genere perché un arricchimento arriva comunque. Anche solo tenendo a mente il mio esempio di restrizioni ovvie in una pandemia globale, sono comunque riuscita a imparare costruire e a fare la differenza in modo soddisfacente e sorprendente.