Pensieri a metà percorso: molti cambiamenti e momenti di crescita. Avere la sensazione di essere sulla buona strada

Oramai a due mesi dall’inizio di questa mia esperienza di Erasmus for Young Entrepreneurs, mi sento assalita da una carica energetica che non avevo da molto tempo. Ogni giorno mi sento sempre più ispirata: le idee e la voglia di fare prendono possesso della mia mente e la attraversano, scombussolandola. Non capisco se tutto ciò sia solo correlato alla primavera che arriva, che suscita sempre in me un sentimento di rinascita, o se sto semplicemente reagendo a una serie di impulsi professionali positivi.

Credo che la svolta nel mio percorso EYE sia stata tre settimane fa, quando ho cominciato a collaborare con Marcos, il socio numero 2 dell’agenzia IrRADIARE. Normalmente, Marcos lavora a distanza a Bruxelles, gestendo le relazioni politiche a livello europeo, rappresentando soprattutto la regione dell’Alentejo, a sud di Lisbona. Mi sono subito sentita legata alle attività svolte da lui, dato il mio background in politiche europee e il mio interesse nell’imparare il più possibile sul project management. Ho anche apprezzato la sua fiducia e il suo interesse nel mio profilo: ho infatti accompagnato l’agenzia in una trasferta a Evora, dove ho assistito ad alcune riunioni con il Presidente della Regione Alentejo, l’assessore alla cultura e altre personalità politiche. Qui, abbiamo discusso di futuri progetti culturali e il ruolo di IrRADIARE nella loro gestione. Questa giornata è stata una delle più stancanti, ma anche una delle più appaganti di questi ultimi due mesi: ho acquisito più sicurezza nell’esporre in modo chiaro le mie idee ed ho imparato a chiedere quando non capisco o quando ho bisogno di più elementi per comprendere. Non è sempre facile esporre la propria opinione in italiano, figuriamoci quando mi ritrovo in un contesto portoghese!

In tutto ciò, mettendomi alla prova, scrivendo progetti di stampo educativo-culturale, mi ha dato quella spinta di cui avevo bisogno per riattivare quella parte di me che si stava assopendo. Adesso mi sento più sicura di me e del mio progetto personale, sono sempre più certa che mi devo focalizzare sull’area della cultura e della musica, perché sono ambienti che mi riempiono di ispirazione e voglia di fare. I miei prossimi passi saranno legati alla ricerca di fondi legati a attività musicali e culturali, acquisendo ancora più capacità nella scrittura di progetti europei e non solo. Penso di essere sulla buona strada!