Ciao! Sono Roberta, ho 33 anni, sono una psicologa sarda,e in questo momento mi trovo a Barcellona come partecipante del programma Erasmus per giovani imprenditori! Sono qui dal 20 maggio e starò qui per 4 mesi,fino al 20 Settembre. Sono una persona estremamente socievole, con una curiosità fortissima per le altre culture e tutto quello che è “diverso” e lontano da me!

La mia passione sono i viaggi, e mi ha sempre attratto l’idea di vivere in paesi stranieri, vivendo la vita tipica del posto! Ho studiato a Roma e, subito dopo, per soddisfare questa voglia di esplorare sono partita negli Usa a fare la stagione estiva, un’esperenza bellissima che mi ha aiutato a crescere!Rientrata in Sardegna ho lavorato e tutt’ora lavoro con adolescenti e giovani in ambito clinico e scolastico.

Nel 2014 per una serie di coincidenze, sono stata inserita in due progetti Europei, e ho scoperto un mondo! Sono progetti che vedono partner di diversi paesi europei collaborare per portare avanti un obiettivo comune.Per la prima volta mi sono sentita cittadina Europea e connessa con gli altri Paesi! Ho deciso cosi di crescere in quest’ambito e vorrei lavorare in questo settore,che è ancora abbastanza emergente in Sardegna! È per questo che ho deciso di partecipare al programma Erasmus FYE, perché mi sembrava un’ottima occasione per confrontarmi con un professionista esperto in questo ambito e imparare come gestire un business in questo settore!Inoltre questo programma soddisfaceva la mia voglia sempre costante di fare un’altra esperienza all’estero.

E cosi sono approdata a Barcellona, con un mix tra voglia di sperimentarmi professionalmente, e la paura di essere ormai grande per riadattarmi in un nuovo posto e ad una nuova lingua.

Qui a Barcellona sono ospite di una organizzazione No profit che lavora per l’inlcusione sociale di giovani e stranieri a rischio esclusione.Lavora anche con programmi di Mobilita giovanile e con progetti Europei!

L’impatto con il lavoro è stato buonissimo!La presidentessa mi ha accolto molto calorosamente e mi ha subito coinvolto in 2 grandi progetti Europei. Mi ha inoltre coinvolto in un programma di mobilita giovanile,che consiste nell’ospitare in Spagna ragazzi tedeschi.Ho già partecipato a diverse attività culturali e di orientamento con loro,e ancora ce ne saranno!Insomma mi sento di essere stata integrata in questo contesto lavorativo e non ho la sensazione di essere “ di troppo”,ma di sentirmi una risorsa per loro!Penso che al mio ritorno avrò molte idee da riproporre in Sardegna,nuovi contatti internazionali e conoscenze rispetto alla gestione di un business.

Ancora non parlo bene lo spagnolo,ma ci sto lavorando e nel frattempo mi aiuto con l’inglese!

Rispetto alla mia paura di non adattarmi,beh sto riscoprendo di me un’enorme capacita di affrontare le situazioni stressanti: trovare casa qua e stata un’impresa!Ma ora che sono riuscita finalmente a sistemarmi mi posso godere Barcelona,come volevo,non da turista ma da persona del posto,tra lavoro nel Raval,quartiere storico nel cuore della città, e Beachvolley sulla costa! E vedremo cosa mi aspetta nei prossimi mesi!

Se dovessi descrivere come mi vedo in questa esperienza mi viene l’immagine di una valigia, che porti sempre con te, e che all’inizio tieni chiusa perché hai tanto dentro, ma non sai dove metterlo, ma quando trovi il tuo spazio piano piano inizi ad aprirla e a dare qualcosa di te e a prendere qualcosa che porterai via con te..