Un po’ lupo un po’ lupetto…

La mia avventura a Barcellona

Ciao a tutte e a tutti, mi chiamo Ilaria e sono una giovane attrice e formatrice teatrale. Vivo a Bologna ma lavoro un po’ ovunque… Così ovunque che mi piace l’idea di prendere un aereo per andare oltre il confine nazionale per arricchire il mio bagaglio di conoscenze ed esperienze!

Ho aperto partita iva da poco tempo, è stato un grande, grandissimo salto nel vuoto per me perché, con la professione che faccio, non si può mai sapere…

Però si, ho scelto che voglio essere io la base del mio lavoro, io e la mia creatività… Ma per dare sfogo a questo fiume in piena di idee ho bisogno di una “casa”, un luogo dove poter creare, ospitare i miei laboratori.. ma anche organizzare rassegne artistiche e non solo… vorrei una casa della cultura che si occupi anche del sociale, magari in una zona periferica, un luogo dove tutte e tutti possano sentirsi accolte e accolti: un centro culturale… e lo voglio con un orto, una grande cucina, un forno a legna per sfornare il pane, una bella sala teatrale ma anche alcune sale più piccole… e voglio riempirla di persone, pagate equamente, che possano arricchire lo spazio con proposte, idee, opinioni…

Ma come fare? Ecco. Questo è il motivo per cui ho scelto di partire, il 12 novembre dall’aeroporto di Bergamo, all’alba, per arrivare a Barcellona, aspettare un autobus, rendermi conto che qui fa più caldo che in Italia, togliermi i quindici strati di maglioni che avevo. Sono in Spagna per i prossimi quattro mesi perché voglio davvero imparare a concretizzare il mio sogno impresario: aprire il centro culturale CACTUS, un’officina dove le arti si possono unire, dove le persone si possono incontrare. Quello che mi manca sicuramente non è l’inventiva, la voglia di puntare in alto… ma, diciamo, che sul lato pratico mi manca ancora tanta esperienza! È per questo che ho trovato Cecilia, fondatrice dell’associazione culturale e libreria italiana “Le Nuvole” che si trova a Gracia, quartiere meraviglioso di Barcellona.

Con lei è amore a prima vista. Ci capiamo, abbiamo entrambe la testa un po’ tra le nuvole (scusate il facile umorismo) ma siamo anche capaci di portare a termine i nostri obiettivi. Cecilia è una che ti responsabilizza da subito, ti affianca ma ti lascia anche provare, ti lascia proporre, e io non chiedo altro! Ho già portato in scena una mia nuova creazione teatrale per bimbe e bimbi tratta da un libro illustrato ed è stato magnifico… Lupo e Lupetto… un libro che forse è un po’ simbolo di come mi sento io ora, alla ricerca di una guida che sappia portarmi in luoghi che io ancora non conosco!

Vabbè, poi a Barcellona c’è il mare e quanto è bello, a chiusura della libreria, passeggiare fino alla Barceloneta e sedersi in spiaggia.

E poi la città ha tante, tantissime cose da proporre… La cosa più bella vista fino ad ora?

Il museo della scienza con un acquario misteriosissimo!

Tutto sembra al posto giusto… anche io!

×

 

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Come possiamo aiutarti?