Partenze e arrivi…la bellezza del mettersi alla prova

Sono una ragazza di 27 anni di cui gli ultimi 10 passati trasferendomi da città in città. Dopo una laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Forlì e un Erasmus a Bilbao, infatti, ho vissuto un anno in Messico per partecipare a un volontariato internazionale. In quel momento ho capito che un tema che mi stava a cuore era lo sviluppo sostenibile e così, una volta tornata in Italia, mi sono iscritta a un master in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale a Bologna. Durante il master, ho avuto modo di tornare in Messico per uno scambio universitario durante il quale ho partecipato ad alcuni seminari sulle energie rinnovabili. A poco a poco, ho iniziato a capire quanto lo sviluppo sostenibile e la sostenibilità energetica fossero questioni fortemente relazionate e che dovevo fare qualcosa di concreto per favorire questa relazione. Allora..Perché non creare una mia piccola impresa?

Nei mesi successivi ho conseguito il titolo di master, lavorato moltissimo per mettere da parte dei soldi e soprattutto approfondito il tema energetico. Tuttavia, non mi sentivo ancora pronta per una propria impresa, volevo una formazione ad hoc tanto sul tema energetico come sulle questioni manageriali. Fu così che cercando nel web, ho trovato il programma Erasmus per imprenditori e ho deciso di partecipare. Cosa ci poteva essere di meglio che un programma che coniugasse le mie due grandi passioni: il viaggio e le energie?

Dopo la consegna dei documenti e il processo di selezione, ero finalmente pronta. Destinazione: Valencia, inizio dello scambio: 4 Novembre!

Il 28 ottobre 2019, poche ore prima della partenza, numerose idee mi balenavano per la testa “Come sarà la città? Mi troverò bene in ufficio e con l’host? Riuscirò a saziare la mia curiosità e il desiderio di apprendere il più possibile da questo scambio?”. Da sempre, prima di ogni partenza, una leggera ansia mi attanaglia lo stomaco. In alcuni momenti meno e in altri più. Il 28 ottobre 2019, poche ore prima della mia partenza per Valencia, era uno dei momenti in cui la sentivo di più. È una sensazione piacevole: è speranza, paura, curiosità, eccitazione… tutto insieme.

In particolare, in quel momento l’emozione iniziale derivava dalla novità per me di partecipare a uno scambio di 4 mesi durante il quale avrei affiancato giorno dopo giorno un imprenditore, imparando da lui e offrendo la mia conoscenza in cambio. Un dare e ricevere, una collaborazione, un rapporto alla pari, una novità. Ho sempre lavorato come dipendente e l’idea, questa volta, di collaborare con qualcuno che è riuscito a creare una propria impresa da zero, portandola alla crescita e al successo, rappresenta per me una stimolante sfida che spero mi aiuterà a sviluppare capacità e competenze che ancora non ho completamente.

Oggi, dopo due settimane dal mio arrivo a Valencia, l’emozione iniziale si è affievolita lasciando spazio a una sensazione di soddisfazione e pacatezza. Ho ricevuto un caloroso benvenuto soprattutto in ufficio, accompagnato dalla piacevole sorpresa nel vedere che avrei lavorato con molta gente giovane. L’host si è mostrato gentile e disponibile sin dal primo momento aiutandomi ad integrarmi nel team e spiegandomi tutte le questioni su cui avevo dubbi.

Ho aspettative molto alte per questo scambio e so che non mi deluderà.

Oggi, dopo due settimane dal mio arrivo a Valencia, l’emozione iniziale si è affievolita lasciando spazio a una sensazione di soddisfazione e pacatezza. Ho ricevuto un caloroso benvenuto soprattutto in ufficio, accompagnato dalla piacevole sorpresa nel vedere che avrei lavorato con molta gente giovane. L’host si è mostrato gentile e disponibile sin dal primo momento aiutandomi ad integrarmi nel team e spiegandomi tutte le questioni su cui avevo dubbi.